SOAVE RELAIS CASTELCERINO

Ilaria, Marco, Mara e Roberto, vi aspettano!

Ilaria è la figlia di Mara e Roberto Tabarini. Marco Nascimbeni il compagno di Ilaria. Due famiglie che, insieme, hanno rilevato la splendida struttura ora battezzata “Soave Relais Castelcerino”.

Il complesso – inaugurato il 4 luglio 2014 – è dotato di ristorante, pizzeria e camere, e fa bella mostra di sé sul limite della collina di Castelcerino, nel comune di Soave in provincia di Verona. A poco più di un’ora d’auto da Venezia e dal Lago di Garda, e a mezzora da Verona e dal suo Aeroporto. Comodo al Parco regionale della Lessinia che si sviluppa verso Nord. La location domina le vallate del Tramigna e dell’Alpone, con vista verso Nord-Est. Una posizione invidiabile quella del Relais, letteralmente immerso nel verde.

PROVA1

Se durante il giorno lo sguardo ti costringe a torcere il collo a 360 gradi per misurare e scrutare l’orizzonte aperto che ti si para davanti, dall’imbrunire in poi gli occhi salgono in alto e rimangono incollati ai milioni di stelle che tempestano la cupola celeste. Né inquinamento luminoso, né acustico, lassù, quando è sera. Solo le voci allegre soddisfatte di chi saluta e ringrazia, e prende la strada in discesa verso la valle.

L’obiettivo della nuova conduzione familiare è far arrivare le proposte – culinarie e di ospitalità – fin oltre le valli che riempiono l’orizzonte. Ai più giovani sono affidate le redini dell’azienda, la direzione e la conduzione strategica. A Mara compete l’amministrazione.
Parola d’ordine: lanciare il Relais sul mercato internazionale per attrarre visitatori attenti e amanti dello stile slow e naturale.

Panorama-con-piatti

Roberto, impegnato nelle pubbliche relazioni e nell’organizzazione di eventi, ne è convinto: per produrre una eco foriera di importanti rimandi non conta la forza dell’urlo, ma il tono – anche sussurrato – e la direzione – precisa – della voce. La squadra lavora per accreditare la struttura, circa 200 posti all’interno e altrettanti all’esterno, una decina di camere tra doppie e triple e un green ad alta disponibilità (circa 4.000 metri quadrati), negli ingranaggi del turismo enogastronomico di qualità, ambientato tra campagna e collina, arricchito da eventi e esperienze praticabili sul posto, dipinto dalle innumerevole sfumature di verde che il compendio di colli e vigneti, oliveti e macchie boschive, assicura tutto l’anno. Non mancano occasioni per il trekking, il giro in mountain bike, piuttosto che una passeggiata a cavallo, o un’escursione nelle montagne della Lessinia orientale. E nemmeno l’opportunità di degustare i grandi vini del veronese presso una delle numerose cantine della zona presenti nei dintorni della struttura. Oppure, è possibile indossare un grembiule e intrattenersi in un pizza-course piuttosto che in una cooking class con lo chef del Relais, pronto a trasmettere i segreti (alcuni, non tutti!) della cucina tradizionale.

Un’altra chicca è la particolare attenzione rivolta alle famiglie, perché, soprattutto il sabato sera, mentre i genitori si godono la cena e si perdono in chiacchiere, i loro figli sono coinvolti in storie e giochi con fatine e maghetti, artisti del coinvolgimento dei bimbi. Un angolo dedicato che caratterizza il Relais e invita anche i più piccoli a frequentarlo.
Nella bella stagione molte le iniziative all’esterno, di intrattenimento e musica, come la Rassegna Jazz Castelcerino avviata nell’estate 2015.

Un luogo da scoprire e da godere. Dove si servono piatti ispirati dalla stagionalità e dalle eccellenze locali con bouquet di vini abilmente selezionati e l’esclusivo contorno di un invidiabile e ineguagliabile panorama.

panorama castel cerino