SOAVE INCOMING

Soave Incoming di Jangada Travel è il rinnovato brand che opera nel settore dell’incoming legato ai percorsi dell’enogastronomia del territorio italiano e Veneto in particolare.

L’offerta del tour operator – pacchetti viaggio, escursioni, servizi di transfer, ricettività e accoglienza, guide e accompagnatori specializzati, … – è in fase di rivisitazione e ampliamento. Roberto e Alessandro sono gli attivatori dell’iniziativa che contempla proposte nostrane targate made in Italy e soprattutto made in Veneto.

Expo_Soave_2015_Castello_3

La scelta è frutto di una precisa strategia che riconosce in crescita il numero di turisti e viaggiatori interessato a scoprire e frequentare luoghi e borghi di pregio in alternativa alle blasonate – e in molti casi già viste – città d’arte. Siamo infatti in presenza di un avvicendarsi di flussi turistici che, pur essendo considerati una nicchia nel panorama del turismo globale, ricercano instancabilmente lo stile di vita italiano, le nostre prelibatezze enogastronomiche, l’artigianato locale e artistico, i manufatti tipici e l’opportunità – concreta – di poterne sperimentare la creazione diretta.

E se ad alcuni può sembrare un espediente per attrarre nuovi clienti, ai più attenti non sfugge il valore economico e comunicativo di un tale innovativo atteggiamento, di apertura e ospitalità. Due parole di grande significato. Aprire le porte della propria azienda è espressione, innanzitutto, di apertura culturale e volontà di abbattere le distanze. Qualcuno entra da me e io sono fiero di far conoscere il mio mondo, il mio modo di lavorare, il mio prodotto, la mia storia e la mia esperienza professionale. È una ricchezza che si condivide e che non tutti sono disposti a praticare. È segno di modernità e trasparenza, ma anche di orgoglio di sé e delle proprie radici. Ospitalità è un termine che necessita di molto impegno affinché la parola si traduca in pratica costante e tangibile. La propensione all’ospitalità non la si misura esclusivamente sui grandi numeri, passa anche dalla dimensione dell’azienda famigliare, dove è spesso difficile distinguere i confini dell’azienda e della famiglia e occorre, dunque, aver maturato la convinzione che, si tratti di un cliente, un turista, un semplice curioso, o persona con specifiche esigenze, il senso di accoglienza di una comunità si coltiva e matura a partire dai suoi cittadini e dai sui operatori.

Transfer_Hotel_Roxy_Plaza-500x314

Se il turista esperienziale è alla ricerca di emozioni, queste si manifestano solo laddove c’è un alto grado di autenticità, di relazioni vere espressione di un territorio e delle persone che lo vivono tutti i giorni. Altro non serve.

L’ambizione di Alessandro è quella di regalare emozioni inedite ai clienti di Soave Incoming. Lui, con professionalità ed entusiasmo, si sta spendendo in questa nuova avventura. Incontra i partner della rete inSoave, perlustra l’area del Soave Wine Park e sconfina sia verso Verona che verso Vicenza, Padova, Treviso. Il suo campo d’azione è il Veneto, dal quale vuole trarre stimolanti proposte per un turismo domestico e straniero senz’altro esigente, ma al contempo in grado di apprezzare un catalogo di prodotti e servizi esclusivi improntati alla qualità, alla sostenibilità e anche all’accessibilità.

Un percorso in crescita per tutti gli operatori della rete, quello necessario allo sviluppo del turismo pedemontano e a carattere esperienziale, con Alessandro in prima fila.

Uva_Soave

Sempre più, si incontra la disponibilità di location dove praticare cooking class, di cantine dove le degustazioni sono accompagnate da percorsi di avvicinamento al vino, … aziende agricole disponibili ad accogliere provetti vendemmiatori, che poi si divertiranno a pigiare l’uva nei tini. Piuttosto che frantoi interessati a far scoprire le proprietà organolettiche del proprio olio attraverso percorsi olfattivi e degustativi. Non mancano artigiani e creativi che dispensano trucchi del mestiere e consentono ai visitatori di mettere le mani in pasta nei loro laboratori.

Escursioni in collina, tra i vigneti e per antichi castelli con le Twizy, il tour enogastronomico alla scoperta dei prodotti tipici locali, e il pacchetto “turismo per tutti” appositamente studiato e sperimentato con Fabio e Marco di “Progetto Yeah!” per persone ipo e non vedenti.