PIZZERIA LA VIGNA

La pizzeria “La Vigna” si è fatta maggiorenne.

Sulla piazza da ormai 18 anni ha soddisfatto il palato di Montefortiani prima e Roncadesi poi. Da 5 anni infatti ha aperto i battenti a Roncà dopo una chiusura forzata a Monteforte. I proprietari, Mara e Francesco – sorella e fratello -, si sono rimessi in gioco e, lancia in resta, hanno affrontato un’ardua sfida.

_DSC9774

Sapersi costretti a trasferire l’attività, perché il proprietario dell’immobile non intendeva rinnovare il contratto nella sede di Monteforte, non ha che irrobustito e saldato la voglia di riscatto e di fare Pizza a tutto tondo dei due fratelli. Partiti da zero diciotto anni prima, in compagnia di un socio pizzaiolo, durante il lungo percorso hanno fatto di necessità virtù. E hanno conquistato vittorie e soddisfazioni su tutti i fronti.

_DSC9747

Perché sono due combattenti. Mara, che in tasca ha pure un diploma di counselor e che, tempo permettendo, pratica la professione, ha preso il posto del pizzaiolo e imparato l’arte bianca. Direttamente sul campo, o meglio sul forno. C’è dunque una donna – e che donna! – a far roteare le palline della pizza, stendere la pasta, stirare e farcire la tonda, infilarla nel forno. Rigorosamente a legna, of course!

E poi c’è Francesco che, meno coinvolto nel rapporto diretto con impasti, forni e cucina, è responsabile degli acquisti e dei rapporti con i fornitori. Sceglie le materie prime migliori, con un occhio attento alle primizie di stagione e ai prodotti locali. Seleziona squisitezze con cui farcire le pizze o confezionare primi piatti, insalatone ricche e originali, fuori dagli schemi. Anche i vini, soprattutto locali, e le birre, sono degni di nota e ben accompagnano le proposte culinarie che puntano alla distinzione. Un approccio saggio ad un mercato saturo ma sempre attento all’offerta di qualità.

_DSC9695

Il cameriere passa tra i tavoli e propone le fette, i commensali allungano il piatto e si godono il boccone. A discrezione di ognuno proseguire nel Giro degli assaggi oppure gettare la forchetta e decretare la resa. Libertà nelle proposte e nelle scelte, ma anche attenzione per intolleranze o esigenze specifiche.
E, giusto per non sbagliare, conviene sempre lasciare un angolo di stomaco ricettivo: la fettina con la Nutella è un must da non perdere!
Non occorre chiedere a Mara se è contenta del suo lavoro. Basta ascoltarla e guardarla. Racconta e sorride con trasporto. Contagia senza saperlo. Francesco è un tantino meno espansivo, ma non cede un millimetro di attenzione e si assicura che nulla venga frainteso, di loro, del loro locale, delle scelte oculate che fanno quotidianamente per eccellere e soddisfare i clienti affezionati e quelli da conquistare. Entrambi sono ben consapevoli che il valore della loro azienda traguarda l’espressione in cifre. Intrinsecamente c’è un’anima non misurabile che respira con loro e contagia i loro interlocutori, attraverso la loro arte e la loro voglia di fare.

Bene.

Sempre.

IMG_3101

 

 

 

 

 

 

Un mix di “counselor di se stessi” e di sana convinzione nelle proprie capacità. Doti interessanti per rimettersi in gioco. E te ne esce una Pizzaiola (cioè pizzaiolo donna e non pietanza!) passionaria e visionaria. Probabilmente unica in tutta la provincia di Verona.

 

 

 

 

 

 

Una volta accomodati – all’interno o nel giardino estivo sotto ampi ombrelloni color crema – bisogna assolutamente provare il Giro Pizza che si esibisce il mercoledì sera. Uno spettacolo di assaggi apparentemente casuali, ma rigorosamente studiati e approntati da Mara. Pizze particolari, new entry, ricette per innovatori e sperimentatori, classiche-rivisitate che strizzano l’occhio ai più conservatori e bisognosi di spintarella per osare oltre l’intramontabile Quattro stagioni.